Dal 26 settembre al 5 gennaio, ingresso gratuito e con prenotazione obbligatoria. Alcuni eventi della Lazzerini potranno essere seguiti anche in diretta streaming.

Oltre 170 appuntamenti nelle biblioteche e negli archivi della Provincia, fra conferenze, incontri, presentazioni editoriali, laboratori per bambini e famiglie, attività espositive, rassegne tematiche

Ritorna l’appuntamento “Un Autunno da sfogliare”, la rassegna realizzata dal Sistema bibliotecario provinciale pratese con il sostegno congiunto del Comune di Prato e della Regione Toscana e coordinata dalla Biblioteca Lazzerini. Una nuova maratona, che torna nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, con cui il Sistema Bibliotecario partecipa al Patto regionale per la lettura e alla campagna promossa dalla Regione Toscana -Se leggi colora la tua vita-.

Anche questa 14° edizione della rassegna comprende un calendario molto ricco, con iniziative sempre più diversificate nel genere e nel target, che mettono al centro il mondo dei libri e propongono occasioni di incontro con il piacere della lettura. Un cartellone che spazia su cinema, musica, filosofia, teatro, arti figurative, nell’ottica del riconoscimento del valore della interdisciplinarità. Tutto questo anche grazie alla sinergia e alla collaborazione con le associazioni e gli enti culturali del territorio.

Ad illustrare il programma sono stati stamani l’assessore alla Cultura Simone Mangani e il sindaco Matteo Biffoni. Presente anche la coordinatrice della Biblioteca F. Basaglia di Vaiano Fabiana Fioravanti e la responsabile del Centro antiviolenza La Nara Francesca Ranaldi.

L’assessore alla Cultura Simone Mangani ha voluto sottolineare che: “La rassegna di “Un Autunno da Sfogliare” parte dal 26 settembre. Con oggi riapre la Sala conferenze della Biblioteca Lazzerini e ripartono le attività pubbliche al suo interno. Questo non è per niente scontato perché segna la conclusione di un percorso di ritorno ad una normalità, cominciato a maggio con la restituzione dei prestiti e a giugno con la ripresa, poi la riapertura delle sale del piano inferiore e superiore, pur nella necessaria riorganizzazione per il rispetto delle norme anticontagio. Gli eventi saranno moltissimi e tutti di alto livello culturale, più di 170 per questa 14° edizione. Ringrazio il Sistema bibliotecario provinciale pratese, la Biblioteca Lazzerini che coordina la rassegna e la Regione Toscana. È una grande occasione di cultura e di unione per la città”.

Soddisfatto il sindaco Matteo Biffoni: “Questa rassegna è un modo per esorcizzare quello che è stato nei mesi passati, rappresenta uno step importante per ricominciare. Penso alla rassegna e agli eventi di un “Autunno da Sfogliare” così come ai laboratori per i bambini che rappresentano un pezzo di storia partecipata della nostra città. Prato si sta riprendendo a gomiti alti e con grinta. La Biblioteca Lazzerini è guardata con grande rispetto da molti e questo ci fa piacere e ci sprona a fare sempre meglio. Prima dell’emergenza sanitaria questa tipologia di eventi era ordinaria, oggi invece assume un valore ancora più grande perché tutto riprende, viene riscoperto e non lo diamo più per scontato. Ringrazio il Sistema bibliotecario provinciale pratese, tutto il comprensorio e l’assessorato”.

È intervenuta anche Francesca Ranaldi, la responsabile del Centro antiviolenza La Nara: “Saremo presenti il 4 novembre alle 17.30 con un incontro che prevederà lettura e conversazione sul testo -Un pianeta stravagante-, un libro scritto dai bambini di una seconda elementare e rivolto ai bambini. Un testo divertente ma allo stesso tempo profondo che ci permetterà di riflettere sul senso dell’essere bambini e bambine per contribuire a combattere gli stereotipi di genere fin da piccoli”.

La rassegna si apre sabato 26 settembre alle 17 in Lazzerini (ingresso da via santa Chiara 24) con il Premio Prato Poesia: una serata dedicata alla premiazione dei tre vincitori del concorso rivolto agli autori che hanno pubblicato una raccolta di poesia o poema negli ultimi 10 anni. Un concorso nato dalla volontà di Giulia Vinditti Fini e organizzato dal Comitato per il Premio Prato Poesia.

A seguire, tanti gli appuntamenti previsti fino al 5 gennaio 2021; per citarne solo alcuni, fra le iniziative che si terranno in Lazzerini, oltre a tutte le attività di letture animate e laboratori per i più piccoli curate dalla Sezione Ragazzi e Bambini, di particolare interesse gli incontri a cadenza mensile del gruppo di lettura Il salotto del giovedì, rivolto ai lettori appassionati e a chi ha voglia di condividere con altri il piacere di un bel libro; oppure i 5 appuntamenti su La cultura umanistica, che confermano la collaborazione fra Biblioteca e associazione degli Italianisti (ADI).

Sempre in tema di incontri, si segnalano i 4 appuntamenti, dedicati a genitori e insegnanti, sul tema, attualissimo dell’ Educazione digitale ; il ciclo sul cinema Amarcord ; i due incontri che vedono protagonista il direttore artistico della Camerata Alberto Batisti su Goethe e Beethoven, storia di un amore non ricambiato ;il ciclo condotto da Rossana Cavaliere dal titolo Ritratti di donne che non si dimenticano ; i 4 incontri Gli dei della Grecia condotti dal giornalista e conduttore David Fiesoli per uno sguardo contemporaneo sul mito greco e sulla sua influenza.

A conferma dell’interesse per la poesia contemporanea, anche in questa edizione vengono proposti gli appuntamenti con Ingrandimenti , le letture condivise sui poeti contemporanei a cura di Poesity, quest’anno focalizzati su tre grandi poeti: Valerio Magrelli, Antonella Anedda e Mariangela Gualtieri.

Non mancheranno poi le mostre fotografiche, le presentazioni di recenti pubblicazioni, le visite guidate ai tesori della Campolmi alla scoperta dei servizi e delle raccolte della Lazzerini e del Museo del Tessuto.

Da non perdere l’appuntamento con la grande attrice Serra Yilmaz che il 6 novembre alle 21 sarà intervistata da Federico Berti.

Infine, per quanto riguarda le mostre, di particolare suggestione la mostra fotografica Tesori dimenticati della fotografa urbex Daria B. con 150 opere che illustrano un viaggio mozzafiato nel mondo dei luoghi abbandonati, con una sezione speciale dedicata alle bellezze di Prato e della Provincia.

Da ricordare poi il ricco programma di iniziative per bambini e adulti delle Biblioteche decentrate Nord “Peppino Impastato” e Prato Ovest che dal 3 ottobre aprono anche tutti i sabato pomeriggio e il tradizionale appuntamento con Biblioteche (A)per te!, le aperture straordinarie delle biblioteche di Prato e della provincia, con iniziative per tutti i gusti.

Fra le iniziative organizzate dalle altre biblioteche, da segnalare le presentazioni editoriali e gli incontri alla Biblioteca Roncioniana per approfondire alcuni eventi storici e valorizzare figure significative di Prato; la mostra Vivere in pandemia e gli incontri a tema storico organizzati dall’Archivio di Stato; gli appuntamenti per bambini e adulti del Museo del Tessuto; la presentazione del libro Un pianeta stravagante che affronta il tema degli stereotipi di genere, a cura del centro antiviolenza La Nara.

Insieme alla Lazzerini, il programma vede coinvolti numerosi soggetti: le biblioteche comunali Prato Nord “Peppino Impastato” e Prato Ovest, quelle di Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano e Vaiano, l’Archivio di Stato, la Biblioteca Roncioniana, il Centro di documentazione Antiviolenza La Nara, l’Istituto di storia economica F. Datini, il Polo Universitario “Città di Prato”, l’Associazione degli Italianisti, la Scuola di Cinema A. Magnani.

Tutte le iniziative sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili distanziati.

Gli appuntamenti della sala conferenze della Lazzerini, dove si prevede un’affluenza superiore alle 50 persone, potranno essere seguiti in diretta streaming sul canale Youtube della biblioteca.

Il programma completo è consultabile anche on line su www.sistemabibliotecario.prato.it

Info:

lazzerini@comune.prato.it

tel. 0574 1837828-7800