«La legge regionale 28 del 2019 consente di distaccare personale della Regione in tribunali e procure. Nella mia agenda interventi per promuovere l’immissione di forza lavoro a Prato. Per il personale specializzato necessario coinvolgere il Ministero di Giustizia»

Sul problema della carenza di organico del Tribunale di Prato

«Sulle gravi carenze d’organico del palazzo di giustizia pratese la Regione Toscana ha già ipotizzato alcune azioni concrete». A farlo sapere è la consigliera regionale Pd Ilaria Bugetti. «La legge regionale n. 28 del 2019 – spiega la consigliera – definisce le forme di collaborazione interistituzionale in tema di sicurezza e cultura della legalità e prevede di rafforzare l’operatività amministrativa degli uffici giudiziari toscani distaccando personale della Regione e dei suoi enti, compreso il servizio sanitario regionale, nelle procure e nei tribunali, oltre che assegnare a tali uffici i giovani del servizio civile. Ho già in agenda interventi che mirino a promuovere l’immissione di forza lavoro nel palazzo di giustizia pratese, ferma restando la necessità di coinvolgere il Ministero della Giustizia per le assegnazioni di personale specializzato, così come annunciato nella conversione in legge del Decreto Rilancio».