PAA, nessuna intenzione di avviare le pratiche per il ritiro di rifiuti tessili

PAA, nessuna intenzione di avviare le pratiche per il ritiro di rifiuti tessili

A seguito di quanto apparso su alcuni organi di stampa locale, il CdA di Programma Ambiente Apuane SpA dichiara quanto segue:

L’assessore ai Lavori Pubblici, Edilizia ed Ecologia del Comune di Forte dei Marmi, Enrico Ghiselli, può essere sereno. Programma Ambiente Apuane non è mai stata autorizzata a ritirare i rifiuti specifici prodotti dal comprensorio tessile o dal settore delle concerie. Inoltre, per poter ritirare quel genere di rifiuti, PAA dovrebbe avviare una VIA al fine di verificare eventuali impatti sull’ambiente e, successivamente, una integrazione alle proprie AIA e, si tiene a specificare, non è nella volontà del gestore avviare tali pratiche.

Per altro, resta incomprensibile il presunto parallelismo che pare intravedere l’assessore Ghiselli tra la chiusura della discarica di Casa Passerini, oramai esaurita da tempo, la quale ritirava prima RSU e successivamente i rifiuti dalla selezione di RSU e l’attività di PAA, autorizzata a ritirare esclusivamente rifiuti terrosi o eternit.

L’assessore Ghiselli inoltre, dovrebbe informarsi meglio prima di offrire affermazioni che appaiono come azzardate. Infatti, l’impianto di Casa Passerini non è mai stato sequestrato: soggetto a sequestro è stato solo l’impianto raccolta e combustione del Biogas prodotto in tale discarica.

Da parte sua Enrico Giardi, presidente di Programma Ambiente Apuane SpA sottolinea che: “La società ribadisce la piena disponibilità ad un dialogo autentico e costruttivo con il territorio, che parta dalla condivisione di verità oggettive, purché si evitino prese di posizione ideologiche, di superficie o elettoralistiche che non giovano né a chi le assume né tantomeno al territorio che tutti abbiamo a cuore di tutelare”.

Condividi

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.