Corrado Malacarne nuovo coordinatore di Prato in Azione

Corrado Malacarne nuovo coordinatore di Prato in Azione

Malacarne nuovo coordinatore di Prato in Azione

E’ Corrado Malacarne, 53 anni promotore finanziario, il nuovo coordinatore comunale di Prato di Azione il partito creato nel novembre
dell’anno scorso dall’eurodeputato ed ex ministro, Carlo Calenda e dal
senatore Matteo Richetti.


E così ad una settimana dalle elezioni regionali, nelle quali per scelta il partito di Azione non partecipa né con una propria lista e relativo simbolo, né con propri rappresentanti in liste civiche dimostra di essere più che mai vivo e in crescita dandosi una prima struttura organizzativa in vista del congresso che dovrebbe esserci entro fine anno. Accanto al coordinatore Corrado Malacarne sono stati eletti due vice: Stefano Micheloni e Cristian
Pergola, un segretario, Vincenzo Ravone ed un tesoriere, Luca Venturella.


Ad una sofferta decisione di non partecipare alla campagna elettorale regionale, anche se il capo politico del partito, Carlo Calenda, si è espresso più volte affinchè Azione Toscana contribuisca alla vittoria del candidato di centrosinistra, Eugenio Giani, fa invece da contraltare la campagna referendaria per il No alla riduzione del numero dei parlamentari, campagna in cui Azione è impegnata in prima linea.


Corrado Malacarne e la nuova struttura organizzativa succedono a Paolo Vannini dimissionario, che ha traghettato il movimento che faceva riferimento a Calenda ai tempi in cui era iscritto al Partito democratico, ovvero Siamo Europei che ha portato all’elezione di Calenda all’Europarlamento, fino alla nascita e costituzione di Azione e del
relativo comitato pratese che oggi conta quasi cento tesserati.


In questi ultimi giorni di campagna referendaria il comitato pratese di
Azione sarà sicuramente protagonista di alcune iniziative in città per portare avanti la proposta del No nell’ambito del referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari.

Copyright © 2020 - Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi dell'art. 62 del 07/03/2001.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy, incluse le seguenti finalità relative alla pubblicità utilizzate dal Titolare e da terze parti: Conservazione e accesso alle informazioni; Personalizzazione; Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi