Commemorazione Faggi di Javello: La risposta del presidente Livio Benelli alle polemiche suscitate dall’impegno dell’Associazione

Commemorazione Faggi di Javello: La risposta del presidente Livio Benelli alle polemiche suscitate dall’impegno dell’Associazione

Le nostre attività comunicate e condivise in anticipo, stupore di fronte a talune reazioni

 

ll Presidente della Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato, ufficiale medico in congedo iscritto da sempre all’UNUCI di Prato, dr. Livio Benelli, si rammarica delle parole espresse dal presidente dell’Associazione arma Aeronautica di Montemurlo. Presente alla commemorazione, insieme agli altri ufficiali in congedo di Prato, ha partecipato al solenne anniversario domenica 14 gennaio scorso. In relazione alle attività di ripristino, la Pubblica Assistenza, in tempi non sospetti, molto antecedenti alla polemica scaturita, ha comunicato al comando del 46° Brigata Aerea l’iniziativa di prendersi cura del memoriale. E già nella passata commemorazione, nel 2017, l’associazione di via San Jacopo aveva realizzato, con il contributo materiale dell’aeronautica, il ripristino della segnaletica di riferimento per la identificazione del memoriale stesso. L’edicola innalzata sul luogo dello schianto purtroppo troppo a lungo poco curata, il tracciato non più evidente, con scarna segnaletica e in rovina, sono stati ripristinati e rinnovati, per renderne visibile l’accesso ai tanti che percorrono la viabilità montana che dalla Fattoria di Javello porta al passo delle Cavallaie.

 

“Toccati dall’abbandono – sottolinea il presidente Benelli – nel febbraio 2017 abbiamo provveduto, insieme ai volontari, al ripristino, con mezzi propri e con materiale inviato dal 46°, con il consenso e l’approvazione dell’Arma. A lavori eseguiti abbiamo inviato foto e segnalazione dell’attività svolta”.

 

Questa operazione e questa attenzione da parte della Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato, rientra in un piano di omaggio a tutti coloro che hanno perso la loro vita nell’adempimento del proprio dovere. Presenti ed attivi al memoriale della Torricella come in tutte le occasioni di devozione verso le forze armate e verso i servitori dello Stato, la Pubblica Assistenza annuncia che le prossime attenzioni saranno rivolte al quadro militare del cimitero della Chiesanuova.

 

Condividi

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.