Tra i punti del programma elettorale del consigliere regionale uscente del Partito democratico Nicola Ciolini, quello prioritario, se verrà eletto, riguarda il riordino del CUP ( centralino unico prenotazioni). Infatti una immediata criticità riscontrata ed avvalorata anche dall’utenza sono i lunghi tempi di attesa telefonici per le prenotazioni delle prestazioni specialistiche che poi si ripercuotono con evidenti disagi sulla collettività.
Le chiamate allo 055/545454 che provengono da tutta l’Asl Toscana Centro sono 7mila al giorno e in un mese si effettuano 350mila prenotazioni.

Numeri da capogiro che necessitano dunque di un ingresso ai servizi sanitari molto più efficace di quello attuale.
Nell’immediato Ciolini propone di potenziare il personale del centralino ed accelerare il passaggio al numero unico integrale (attualmente chi telefona parla dapprima con lo smistatore con un’attesa tra i 10 e 15 minuti, che poi lo indirizza sulla città in cui vuole prenotare la visita con una ulteriore attesa telefonica di 15 minuti).

Dunque sarebbe ora per Ciolini che tutti gli operatori che lavorano al centralino debbano avere la possibilità di prenotare in qualsiasi struttura dell’Asl Toscana Centro,in modo da rendere efficiente il servizio. Un obiettivo,questo che si potrebbe raggiungere entro la fine dell’anno. Ed in ultimo sarebbe auspicabile,ha affermato Ciolini,–costruire nel giro di un paio d’anni una piattaforma online per la prenotazione diretta di tutte le prestazione da affiancare al centralino telefonico”.


Anche il vicesindaco Luigi Biancalani ha sottolineato l’importanza e l’urgenza affinchè l’accesso al Cup venga migliorato nell’interesse dei cittadini che chiedono di poter accedere ai vari servizi sanitari,anche perchè,–il sistema Asl Toscana Centro regge bene. E lo si è visto durante l’emergenza Covid. Attualmente si sono accorciati i tempi di attesa per le visite specialistiche, perció è fondamentale che il centralino funzioni al meglio per una sempre più efficace e pronta prenotazione”.